Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
14 agosto 2009 5 14 /08 /agosto /2009 10:58

Alcuni interventi pubblici, ci costringono ad un nuovo intervento in quanto, tra l’latro, richiesto da numerosissimi colleghi al fine di dire e ribadire alcune posizioni.   Fin dal 1970 si rese conto,  in Italia,  che serviva una polizia democratica, ad ordinamento  civile e formata,  a garanzia anche per il cittadino stesso.  Quei risultati, negli anni, grazie a quei colleghi che effettuavano quel sindacalismo “carbonaro” – alcuni sono stati addirittura arrestati e processati - ,  hanno permesso di mettere a segno importanti successi in quegli “anni di piombo”  contro  terrorismo e successivamente  contro la mafia, con il sacrificio personale  e famigliare di molti colleghi.  Allora, pochi anni dopo la riforma del 1981 – mi ricordo ancora come fosse ieri  -   a seguito, purtroppo , della perdita di alcuni colleghi Ausiliari di Leva – giovani ed ancora inesperti – si decise, di non utilizzare più quel personale nei servizi operativi che venivano, invece,  utilizzati nelle vigilanze interne per avere a diposizione personale  più anziano e qualificato.  Strategie  che hanno dato il loro frutto in termini di professionalità e concretezza a garanzia del cittadino e dei colleghi stessi. Oggi, tutto quella professionalità e garanzia  conquistata, ci pare che si stia facendo” far benedire”.Mentre si sopprime una volante, che sarebbe composta da 2 poliziotti prepararti e formati che  potrebbero vigilare su ¼ della città si preferisce, di notte, comporre una pattuglia appiedata con  1 poliziotto con 2 militari – che seppur bravi ragazzi -   gli stessi,   per i servizi di ordine e sicurezza pubblica, a nostro pare, sufficientemente  preparati non lo sono.  È come se 2 poliziotti affiancherebbero un solo militare in un servizio di pattugliamento in territorio di guerra. Che garanzia avrebbe quel militare? che garanzia e supporto ha un poliziotto, sottratto ai servizi di volante, se da solo e  con 2 giovani  militari presta servizio di notte , che dopo tre ore  a piedi e senza alcun supporto logistico  sono stanchi ed esausti  ?   Tra l’latro, va doverosamente evidenziato che chi  bisogna controllare lo decide il Poliziotto e che  gli arresti li fa i poliziotto e non i militari che non hanno la qualifica di agente di polizia giudiziaria e che non  possono aiutare  i poliziotti neanche nel redigere gli atti necessari in quanto  non li possono fare.  Va anche evidenziato che quella pattuglia appiedata  - di notte e con una delinquenza sempre più agguerrita -  non ha a seguito neanche  adeguati strumenti di autodifesa come:    giubbotto  antiproiettili,  arma lunga, auto con vetri blindati ecc…- Voglio far comprendere che le nostre lamentele sono effettuate con sol fine di migliorare le cose in un sistema lavorativo che ha subito drastici tagli visibili a tutti e di conseguenza messo in ginocchio -. A questo punto ci viene da pensare  che sia stato fatto apposta  per giustificare certi servizi spettacolari e che fanno propaganda e certamente – la cittadinanza pian piano lo comprenderà – meno incisivi di una sola volante. Ci diano uomini e mezzi; ci facciano lavorare come si deve!!! . Lo spirito è quello di migliorare le cose,sia ben chiaro,  e non quello di essere a tutti i costi bastiancontrario.   Grazie  e buon ferragosto A TUTTI 

 

14.08.2009 
 

Il Segretario Generale provinciale SIAP

Sandro Chiaravalloti

Condividi post

Repost 0
Published by Siap Piacenza - in LETTERE - COMUNICATI
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : SIAP PIACENZA
  • SIAP PIACENZA
  • : SINDACATO ITALIANO APPARTENENTI POLIZIA: IL SINDACATO DELLE POLIZIOTTE E DEI POLIZIOTTI
  • Contatti

Profilo

  • Siap Piacenza - Sindacato Polizia -
  • SINDACATO ITALIANO APPARTENENTI POLIZIA
SEGRETERIA PROVINCIALE DI
PIACENZA
  • SINDACATO ITALIANO APPARTENENTI POLIZIA SEGRETERIA PROVINCIALE DI PIACENZA

Archivi